You are here
Home > Giochi di Ruolo Online > Legacy of Magic: GdR Online Fantasy

Legacy of Magic: GdR Online Fantasy

Si discute spesso di come l’epica e la mitologia siano i naturali precursori della narrativa fantasy.
Di certo la mitologia greca e norrena sono quelle che più hanno influenzato la letteratura e persino la cultura occidentale, diffondendosi nella nostra cultura per quanto riguarda nomi, storie, modi di dire e realizzazioni artistiche.
Nella realizzazione di un gioco di ruolo fantasy, con una nuova ambientazione che risultasse sia originale, sia coinvolgente, non si poteva prescindere dall’ispirazione che un tale retaggio è in grado di apportare, con le sue storie di Dei e imprese leggendarie.

Legacy of Magic è un gioco di ruolo fantasy online, che si svolge per mezzo di chat, creato e gestito da un team di appassionati che si occupa di gioco di ruolo online dal 2005.

Su Legacy of Magic ogni utente crea rapidamente il proprio personaggio, con ben 12 razze giocabili a disposizione e, dopo aver personalizzato la propria scheda, può interagire con gli altri personaggi scrivendo azioni e parlato nelle varie chat, che rappresentano i vari luoghi raggiungibili dalla mappa di gioco.

Il mondo immaginario in cui è ambientato il gioco è quello di Aengard, una terra fantasy di epiche avventure, caratterizzata da Sette Divinità, discendenti dalla Magia del Canto con cui “i Primi” diedero forma al creato… Sette Divinità che vegliano e comandano sulle terre e sulla vita delle creature mortali. Dei e Dee che influenzano con i propri voleri e capricci le sorti e gli eventi dei mortali.

La realizzazione della mappa offre una vasta gamma di luoghi e situazioni, con il suo paesaggio che vira da alti monti dalle nevi perenni sino al mare aperto, peculiarità che consente anche un gioco di tipo “marittimo” con velieri, esplorazioni in mare, ciurme e battaglie navali.

Ogni personaggio è pienamente personalizzabile, potendo distribuire a ogni level-up a proprio piacimento i punti sulle tre caratteristiche (forza,mente,destrezza), scegliere le proprie Abilità fra oltre 500 skill, selezionare il proprio Equipaggiamento fra oltre 5000 oggetti disponibili sul gdr e avendo la possibilità di entrare a far parte di decine di sette, armate e clan di ogni tipo.
E’ possibile sfruttare gli spunti offerti dai master per portare avanti svariati tipi di gioco: magico, combattivo, artistico, erboristico-alchemico, gioco da locandiere, assassino, ladro, oltre alle peculiarità di un completo sistema di divinità e credenti, incentrato su una barra della fede, che si modifica a seconda delle reazioni delle divinità alle scelte, alle azioni e alle interazioni dei loro credenti e, in generale, dei popoli di Aengard.
La barra di benevolenza delle Divinità è soggettiva, riferendosi al gioco del singolo personaggio e sbloccando speciali abilità divine, che vanno ad arricchire la varietà degli spunti di gioco per gli utenti.

Il GdR è basato su di una piattaforma play by chat notevolmente intuitiva e moderna e permette, oltre alle classiche funzioni tipiche del gioco da tavolo (scheda personaggio, sistema di statistiche, gioco basato sul tiro del dado ecc.), anche tutta una serie di peculiarità di questo gdr, fra le quali:

  • un sistema nobiliare, con tanto di lavoranti e rapporti con i regnanti e reggenti di Aengard;
  • una simulazione economica, che parte dalla produzione di derrate alimentari e materie prime ad opera dei lavoranti, passa per la compravendita da parte dei nobili e si conclude con l’utilizzazione di queste risorse da parte di locandieri, artigiani e mercanti;
  • la presenza di razze giocabili che è raro trovare altrove, come Elementali, Drakul e Aasimar
  • un algoritmo di esclusiva proprietà per la valutazione automatica del senso dei post inviati in chat, con cui si consente ad ogni giocatore di acquisire in automatico punti esperienza giornalieri per le giocate, anche in assenza di un Master, che vanno a sommarsi alle premiazioni per la partecipazione alle Quest con Master;
  • un sistema automatico che gestisce in maniera indipendente e dettagliata il meteo di aree indipendenti della Mappa di gioco
  • un’ampia organizzazione dello staff in Master che si occupano delle quest, Guardie che si occupano della moderazione off-game e Guide che si occupano dell’accoglienza e della formazione dei giocatori riguardo regole e ambientazione

Non dovendo seguire rigidamente una saga letteraria o delle storie predefinite, inoltre, l’ambientazione consente al giocatore di integrarsi facilmente, interpretare agevolmente il personaggio che ha in mente e sviluppare con grande libertà creativa tutte le storie e gli spunti di gioco che un appassionato di fantasy possa desiderare.

Il nuovo utente, fra l’altro, può giovarsi sia di una completa Manualistica che regolamenta con chiarezza i vari aspetti di gioco, sia di un gruppo di “utenti-tutor” che prendono il nome di Guide, un gruppo di accoglienza appositamente formato e organizzato per facilitare i primi passi di chi si approccia per la prima volta a Legacy of Magic.

All’interno del sito è possibile trovare numerose gilde e vari clan a cui aggregarsi, incentrati sulle più disparate inclinazioni e talenti si prediligano per il proprio personaggio.
A questo si aggiunge l’ampia presenza di Master, che finiscono per garantire e dar vita quotidianamente ad un gran numero di quest. Gli automatismi presenti, come le funzioni di combattimento, di attacco magico e furto, e di premiazione automatica giornaliera permettono di gestire al meglio l’importante mole di giocatori presenti.

Altro punto da sottolineare, e che ci mostra come vengono curate le dinamiche interne, è l’area del Manuale dedicata alla qualità di gioco. Le qualità di un giocatore, da cui dipendono i risultati in termini di punteggi nello svolgimento delle avventure nei vari luoghi con i Narratori, è rilevata con sei parametri seguiti pedissequamente da ogni Narratore per giudicare i partecipanti al gioco:

  1. Stile di scrittura: chi legge deve quindi riuscire a comprendere senza troppo affanno la scena che stiamo descrivendo, specie quando si tratta di combattimenti o di azioni complesse;
  2. Il fattore temporale: ogni post ha una durata di tempo, on game parlando, variabile. A seconda della situazione o della quest una azione potrebbe durare pochi secondi oppure addirittura un minuto. Sta al master far comprendere ai giocatori quanto un turno di gioco è lungo in on game, ma STA AL GIOCATORE riuscire a comprendere quanto e cosa sia possibile compiere in tale lasso di tempo, senza scadere nell’incoerente;
  3. Scorrevolezza: Una azione non deve essere solo ben descritta, ma deve essere scorrevole alla lettura. Deve poter quindi essere comprensibile e soprattutto piacevole da leggere velocemente;
  4. Corretto uso della lingua italiana: strafalcioni ortografici, uso di un linguaggio da sms o al contrario eccessivamente ricercato rendono l’azione pesante e difficile da leggere. Si tratta questo più che altro di un ramo della scorrevolezza, ma che ha una tale importanza da avere un punto tutto per sé nell’elenco dei vari fattori influenti sulla valutazione del livello del roling. Un linguaggio corretto in italiano corrente è quindi richiesto, in quanto dona all’azione la giusta forma e la giusta scorrevolezza. Questo comprende quindi un corretto uso della punteggiatura e una buona capacità di coniugare i verbi, cosa che in un gioco di ruolo risulta fondamentale;
  5. Azioni e Reazioni: i nostri personaggi si muovono in un intero mondo, completo di persone (siano esse png o pg), oggetti e ambienti nei quali interagire. Un buon giocatore osserva l’ambiente circostante e interpreta di conseguenza tenendone conto. Se all’interno di una locanda tutti gli avventori sono seduti ai tavoli un giocatore non può scrivere, ignorando le descrizioni prima di lui, “gli astanti sono in piedi verso il balcone” così come se all’interno della medesima locanda scoppia una rissa non è che può continuare a far finta di nulla. I personaggi devono quindi essere in grado di agire con l’ambiente circostante, e di reagire coerentemente agli stimoli che tale ambiente dà;
  6. Condivisione: La condivisione è quella emozione che viene offerta e trasmessa da un post. Rappresenta la capacità di trasferire al lettore le emozioni che il personaggio sta provando in base alle varie situazioni in cui si viene a trovare. Si tratta quindi di rendere vivo il personaggio, donandogli spessore, facendo intuire attraverso la descrizione dei gesti e delle espressioni quanto sta provando il personaggio. Dolore, ansia, paura, ira, gioia, estasi combattiva, qualsiasi emozione in un dato momento scorra nelle vene di un personaggio. Bisogna fare attenzione però a non eccedere troppo con la condivisione all’interno delle proprie azioni, che potrebbero diventare pesanti e noiose

Questo GdR, nonostante abbia aperto i battenti soltanto da alcune settimane, conta già migliaia di account, un’utenza media online fra le più alte dei gdr italiani (70-80 giocatori connessi nelle ore di punta, nel periodo in cui scriviamo) e un’offerta di avventure completa e variegata, con più di 100 Quest al mese pianificate e realizzate da un corpo Master di oltre 20 elementi.

Ma Legacy of Magic va anche oltre il semplice gioco di ruolo online: è una community appassionata e attiva che organizza sessioni di gioco live, che partecipa ad eventi fieristici in tutta Italia e che collabora con numerose realtà italiane legate al fantasy e al gioco di ruolo in tutte le sue forme.

Legacy of Magic, in conclusione, è progettata per coinvolgere e appassionare sia il neofita che si avvicina per la prima volta, sia il giocatore esperto e appassionato di svariate tipologie di avventure e sessioni di gioco. Ed è lieta di accogliere chi si iscriverà in queste settimane con un simpatico pacchetto di benvenuto, appositamente pensato per facilitare lo sviluppo dei nuovi personaggi iscritti!

Lascia un commento

Immagine CAPTCHA

*

Top