You are here
Home > Giochi di Ruolo Cartacei > Uomini e Vermi

Uomini e Vermi

Dall’alto parlante di firenze-gioca: tra pochi minuti avrà inizio la dimostrazione del gioco di ruolo Uomini e Vermi tenuta dall’autore Ernesto Troncellito, pesentarsi al tavolo per le iscrizioni…

Dr.Z: Hei Tom cos’è questo Uomini e Vermi?

TomJoad: Non lo so pero mi ispirava provarlo, purtroppo sono impegnato a giocare a Wings of War…Vai te?

Dr.Z: Volentieri, non capita tutti i giorni di trovare l’autore che ti presenta il gioco, dopo ti faccio sapere com’era…

Boston anni ’60, una cosca, un boss, un nipote morto, una sorella che chiede vendetta, un avvocato che va a braccetto con la mafia, un ex galeotto dal grilletto facile, la mente della cosca, il braccio destro, e il tiratore scelto.

Questo e molto altro è Uomini e Vermi, un gioco di ruolo ispirato alla mafia in cui il giocatore entra in contatto con le cosche e la politica che muove questo mondo nascosto, senza necessariamente imbattersi nella violenza degli scontri e dei regolamenti di conti (anche se senza a parer mio è molto meno divertente :P).

l’idea del gioco è nata tempo addietro-dice l’autore-anche se il vero sviluppo, la stesura del manuale e dell’ambientazione c’è stata poco prima del contest gdr italia, in quel periodo mi sono guardato tutta la serie de “Il Padrino”, film come “Scarface” e tanti altri, prendendo appunti e trandeo spunto, da un mondo che gia mi appassionava.

Per quello che riguarda il sistema di gioco, anche se la scheda assomiglia vagamente a quella di Vampiri la Masquerade, con tanto di Attributi e Abilita contate in “pallini”, utilizza solo una moneta per determinare il grado di successo o il fallimento: Attributo+Abilità+[+3 (se esce testa) o -1 (se esce croce)]

Questo metodo apparentemente semplicistico oltre a lascaire molto spazio al gioco di ruolo velocizzando di molto le azioni che necessitano di tiri, costringe il master a calibrare attentamente le difficoltà per non mettere involontariamente insidie insormontabili o situazioni eccessivamente facili (non preocupatevi per la sfortuna, esistono modi per poter ritirare la moneta piu volte e punti bonus da aggiungere ai tiri).

Fra gli spunti interessanti che il gioco propone, ci sono una intera tabella di peccati di cui un personaggio si puo macchiare, che aiuteranno a delineare l’animo del personaggio, la sua determinazione, il suo sangue freddo e le sue relazioni con gli altri. La violenza gratuita oltre a non essere sempre una buona risposta, può portare il personaggio su una strada da cui difficilmente si torna indietro

Bilancio della prova sicuramente positivo, anche se come ha detto l’autore, per apprezzarlo fino in fondo, andrebbe giocato almeno un ciclo di sessioni, cercando di entrare nella vita della cosca e affezionandosi al proprio alter-ego che vive a contatto con la mafia.

Una ultima curiosità i figuri sulla copertina del manuale non sono altro che autore (l’uomo armato) e coautore (l’inginocchiato), in una foto auto prodotta per la versione portata al contest GDR, che è stata successivamente riadattata dalla Rose&Poison per la versione ufficiale

Lascia un commento

Immagine CAPTCHA

*

Top