You are here
Home > Giochi di Ruolo Cartacei > Pathfinder GDR – Le Cronache del Trono Cremisi – A spasso per le cripte

Pathfinder GDR – Le Cronache del Trono Cremisi – A spasso per le cripte

Mese di Rova, Giorno 28

Ieri sera andai a dormire con un sapore in bocca che mi sembrava di aver buttato giù dosi e dosi di veleno al sapore di bile di lucertola. I ragazzi hanno capito il nostro tentennamento sul consegnare o no Trinia. Purtroppo però non tutti lo condividevano. Khoral era rimasto ferito nell’animo per l’essere stato incarcerato. Bartolomeo era combattuto. Certo, la ragazza andava consegnata perché era una fuorilegge,la giustizia avrebbe fatto il suo corso in tribunale. Purtroppo però sapevamo tutti che non ci sarebbe stata giustizia in quel tribunale, ma solo un modo per placare la folla. Un colpevole da additare. La vita di uno per la tranquillità di molti. Minerva era chiaramente sotto shock. A malapena parlò durante la cena. Giusto quando ci venne spiegata la situazione di Centossa.

Centossa
Centossa

Mentre noi stavamo decidendo sul da farsi con Trinia, Bartolomeno Minerva e Khoral erano dal maresciallo, ma con loro vi era anche un altro individuo. Centossa il suo nome, ed era un esponente della tribù degli Shoanti. Un sacerdote a quanto pare. La situazione che gli fu presentata davanti fu tutt’altro che allegra, anzi, dire che si tratti di una situazione delicata e allarmante è dir poco.

Durante le rivolte un giovane Shoanti ha perso la vita. Il suo nome era Gaekhen. Il problema è che, secondo la tradizione Shoanti, perché l’anima del giovane possa trovare pace nell’oltre tomba egli debba essere sepolto con i suoi familiari seguendo i rituali della sua tribù. Purtroppo il corpo di Gaekhen è sparito. Secondo alcune indagini sembra che un uomo abbia venduto il corpo del giovane ad un necromante di nome Rolth. Il maresciallo Kroft conosceva questo nome e sapeva di chi si stesse parlando. Questo necromante è un problema per Korvosa da diverso tempo, ma è sempre stato molto sfuggente. Ora si sapeva dove si potesse trovare questo Rolth. Sapendo quanto accaduto, le tribù degli Shoanti non l’hanno presa affatto bene. La situazione di pace tra Korvosa e gli Shoanti è sempre sul filo del rasoio. Una guerra rischia di scoppiare tra gli Shoanti e Korvosa. Anzi, se non è accaduto nulla fino ad oggi è soprattutto a causa della divisione delle tribù Shoanti, ma la tribù delle ossa, la tribù che si occupa dei riti funebri nonché tribù di Cent’ossa fa da paciere tra le due fazioni. Con la sparizione di Gaekhen le altre tribù più violente potrebbero riuscire a riunire tutte le altre per muovere guerra contro Korvosa. Gaekhen era il nipote di Centossa, ed egli, che non vuole la guerra con Korvosa a causa delle vite che andrebbero perdute a causa di questo conflitto, implorò di riuscire a risolvere questa situazione in maniera rapida e senza creare scandali.

L’uomo che aveva venduto il corpo aveva portato il cadavere davanti ad una cripta nel distretto di Grey, il cimitero di Korvosa, gestito da sacerdoti di Pharasma e che si prodiga a combattere e a contenere la non morte poiché, da Grey, i non morti si risvegliano costantemente ogni notte. Non abbastanza da essere una minaccia per la cittadina, ma questo solo grazie all’intervento dei sacerdoti di Pharasma. La cripta l’avremmo riconosciuta a causa di un gargoyle senza testa con una spada impugnata nella mano destra.

Stamattina abbiamo fatto una colazione veloce e siamo subito partiti in direzione di Grey. I sacerdoti all’ingresso erano stati avvisati che sarebbe giunto qualcuno per occuparsi di questa questione. Ci ha accompagnato fino alla statua del gargoyle. Le cose che ho visto in quella cripta rimarranno impresse nella mia memoria sino al giorno della mia morte.

Derro Incantatore
Derro Incantatore

Senza entrare troppo nel dettaglio, perché anche solo ricordare causa in me sensazioni che potrei descrivere come un misto di paura e disgusto, solo due cose mi hanno lasciato sconcertato. Nella cripta, o meglio, nei tunnel scavati nella roccia dove la cripta fungeva da ingresso, trovammo diverse creature chiamate Derro. Sgradevoli e infide erano in grado di utilizzare un incantesimo di oscurità. Per diverse volte ci siamo ritrovati a brancolare nel buio letteralmente. Uno di questi era un vero e proprio mago. Aveva anche un libro degli incantesimi con se, ma mi aspettavo qualche incantesimo in più di necromanzia dato quanto abbiamo trovato laggiù. Temo che quell’incantatore che abbiamo ucciso non sia Rolth, ma solo qualcuno dei suoi seguaci. Questa ipotesi, però, l’ho tenuta per me. Non l’ho condivisa con gli altri.

L’altra cosa che mi ha lasciato inorridito è stato un ritrovamento. In una delle stanze vi era un Golem di Carogne. Un Golem fatto con pezzi di cadaveri cuciti insieme e animato con la necromanzia. Batterlo non è stato affatto facile, il difficile è stato fare altro. Una delle braccia del golem era ricoperta dei tipici tatuaggi degli Shoanti. Era il braccio di Gaekhen. In una fossa trovammo le gambe. In un’altra stanza trovammo un altro Golem di Carogne, non ancora animato per fortuna, la cui testa era quella del giovane Shoanti. Infine, torso e braccio sinistro erano su un tavolo non molto distante. Il braccio, e solo il braccio, era animato. Si muoveva e cercava di afferrare qualunque cosa gli si avvicinasse. Minerva dovette usare un incantesimo di cura per dissolvere l’effetto di necromanzia e renderlo inoffensivo. Una volta fuori con i pezzi del ragazzo messi su un carretto abbiamo coperto il tutto con una coperta per poi portarlo dai sacerdoti di Pharasma perché si occupassero di rimettere insieme il corpo. Non potevamo consegnarlo in quelle condizioni.

GDR_BLOG_CarrionGolem
Golem di Carogne

Il maresciallo ci ha pagato mille pezzi d’oro a testa per questo incarico e ci ha chiesto un’altra cosa. L’indomani si sarebbe tenuta l’esecuzione di Trinia Sabor presso la piazza del castello e sarebbe stata gradita la nostra presenza in quanto si temono ulteriori disordini.

A sentire questa notizia era come essere stati colpiti nello stomaco da quel Golem di poche ore fa.

raffydark
Sono un appassionato di qualunque tipo di gdr anche se prediligo il genere fantasy classico. Mi piace sperimentare nuovi giochi di ruolo e cercare di coinvolgere più gente possibile con la mia passione

Lascia un commento

Immagine CAPTCHA

*

Top