You are here
Home > Giochi di Ruolo Cartacei > Le Novità di Lucca C&G 2015: Nameless Land Schiavi delle Maree

Le Novità di Lucca C&G 2015: Nameless Land Schiavi delle Maree

“Tutti a bordo. L’ancora sta lentamente risalendo dal fondale, il vento salato soffia carico di tossicità. Gettate a mare tutto ciò che pensate di sapere, perché per ogni passo falso questo si prenderà un pezzo della vostra anima, godendo nel vedervi prosciugare. Cosa aspettate? Non credevate di essere pronti a tutto, dico bene?”

Anche quest’anno, Eleven Aces, il gruppo formato dai due autori del GDR Nameless Land, torna a Lucca con una nuova espansione: Schiavi delle Maree. Oggi leggiamo una corposa presentazione scritta da Simone Morini, che ci catapulterà direttamente nel mondo post-apocalittico di Nameless Land e, più in particolare, nei mari di un mondo ormai andato a rotoli ma non per questo del tutto morto.

Un altro anno è passato e un’altra fatidica data si avvicina.
Un carico di emozioni misto a un’ansia che ormai abbiamo imparato a conoscere si sta facendo strada, scortandoci verso il battesimo di un’altra pubblicazione. Non credevamo di giungere così lontani e seppure può sembrare una strada breve quella finora percorsa, per noi è come aver fatto a piedi l’autostrada del sole.

karak

Con I Figli del Nuovo Mondo vi abbiamo fatto conoscere il futuro post-apocalittico che ci siamo immaginato, con I Giorni delle Fiamme lo abbiamo arso e con Alfieri di Ferro abbiamo iniziato a svelarne i misteri. Ma la strada è ancora lunga e se per terra è impraticabile, con Schiavi delle Maree imparerete che ci sono altri modi per attraversare il Nuovo Mondo. Meno pericolosi? Certo che no, ma è comunque un’alternativa, una cosa che molti abitanti di quest’era non hanno.

Quindi tenetevi ben saldi al timone, che siate al comando di una chiatta per metà piena d’acqua o di un traghetto appena depredato, perché l’Orbo Pacific vi attende e con esso tutte le terre contaminate che le sue lorde acque arrivano a toccare. Farete la conoscenza di pirati e mercanti senz’anima, solcatori di acque fetide, lupi (a due teste) di mare vestiti di cicatrici e storie da narrare, orde di mutanti acquatici e ovviamente, mostri marini e creature ben poco inclini a farsi accarezzare. Avrete tutto il necessario per spostarvi con la vostra nave, per controllarla e sopravvivere ai colpi d’artiglieria che vi pioveranno addosso, fino ad approdare sugli atolli di sopravvissuti, le isole tetre dell’oceano pacifico e le piattaforme “protolifere” dei Disonorati, esseri tanto odiati ma al contempo indispensabili per ogni motore affamato di carburante.

Arriverete a gettare l’ancora al porto di Mater Fonda, dove un altro inferno vi attenderà in questa città abbandonata all’anarchia più totale, dominata dalle compagnie di viaggio, dalle gang del Circolo della Santa Madre e dai banditori delle piazze di scambio, che vi faranno scoprire quanto sia facile passare da acquirenti a merce succulenta. Questa culla dannata servirà anche a riparare e modificare la vostra imbarcazione con nuove armi e aggiunte come Ruspe Subacque, Paratie Tranciatrici o Palle da Demolizione… sempre se avrete i boinn e rispetterete i meccanici di Buldoom. È proprio a Mater Fonda che spenderete inoltre le fortune guadagnate durante i sanguinolenti giorni passati in mare, trovando ogni cosa possa essere reperibile non solo nel Continente Ovest, ma in tutti gli angoli del mondo conosciuto. La fregatura? Fare un passo falso è in genere molto facile, così com’è rapido ritrovarsi con la lingua appesa a un gancio da traino.

Lucca 2015

Ma c’è un altro motivo per il quale orde di viaggiatori attraccano a Mater Fonda. Aldilà di esse si stagliano le Terre d’Ombra, motivo per il quale il porto è praticamente raggiungibile solo per mare. Assieme al porto, le Terre d’Ombra ospitano le rovine di San Francisco, in parte spazzata via da un maremoto e conseguentemente reclamata dagli oceani.
Atomland, un deserto controllato dagli ordini dei Gumface a loro volta capitanati da uno dei sette Signori del Mutamento, vi accoglieranno in un teatro di battaglie combattute dopo il Grande Disastro, un terreno di caccia dove non sarete altro che prede. Le Molte Rovine invece pulsano ancora delle rimembranze della metropoli americana, ma i quali occhi sono diventati quelli del #R.O.O.T. … o meglio, di ciò che l’organizzazione ha generato tramite l’odio e la disperazione dell’uomo.
Più vi addentrerete nel folto della città, più arriverete a toccare parti di passato che il Nuovo Mondo forse vuole ancora tenere nascoste. Ma non temete, probabilmente morirete subito dopo aver varcato i confini di Mater Fonda.

affondamento2

Bene, dopo questa interminabile presentazione dovreste avere chiaro ciò che sarà presente in questa nuova espansione: oceano, scontri navali, “Tortuga” post-apocalittiche e persino deserti invalicabili. Come sempre, abbiamo fatto in modo che non mancasse niente! Un corposo background di tre capitoli vi porterà alla scoperta di queste terre, mostruosamente arricchite di ogni utilità, arma ed equipaggiamento che possa servire ai loro avventurieri. Nuove maestrie, da quelle più prossime a un viandante appena salpato, a quelle dei rodati solcatori dei mari, distruttori o salvatori che siano.

E ancora, una vasta gamma di mutazioni, innesti e Doni del Nuovo Mondo, da sfruttare al meglio davanti a tutto ciò che di più distorto vi troverete ad affrontare e moltissimo altro ancora. Un intero capitolo sarà invece dedicato alla navigazione, alle regole per governare, modificare e mantenere attiva (e armata!) ogni tipo di imbarcazione, da una moto d’acqua kamikaze a una troneggiante petroliera. Infine, non poteva non mancare il bestiario, colmo di ogni essere o farabutto bastardo possiate trovare fra i vicoli del porto, fra le onde del mare e le lande tossiche.
Ci sono anche altre chicche che vi aspettano in Schiavi delle Maree, robba che però vogliamo lasciar scoprire ai lettori e ai futuri dominatori dell’Orbo Pacific… Ve la sentite di salpare e di conoscere un altro lato oscuro del Nuovo Mondo? Diventerete schiavi o padroni?

(Per i fan) Ah e giusto per ricordarlo, siete stati voi a volere i mari, quindi ora ve li pigliate!

Ci vediamo a Lucca… dove probabilmente neppure noi sopravviveremo!

– Simone Morini

Tsukihime
Tsukihime è da sempre appassionata di Giochi di Ruolo cartacei, ma anche in forma di videogame. Adora il fantasy e la fantascienza, nonché il mondo dei videogiochi d'azione e Arcade.
http://www.mushashugyofans.wordpress.com

Lascia un commento

Immagine CAPTCHA

*

Top