You are here
Home > Giochi di Ruolo Cartacei > D&D ed il Necromante (parte 4): Il Necromante del Terrore

D&D ed il Necromante (parte 4): Il Necromante del Terrore

Dopo aver parlato del chierico e del mago è necessario trattare la classe che getta le migliori basi per creare un necromante in dungeons and dragons 3.5: il “Dread Necromancer” (necromante del terrore).

Necromante del Terrore

Primo Livello
Come per il chierico, il primo livello da Dread Necromancer è cruciale nella scelta delle priorità. Devi scegliere le abilità. Una di queste abilità deve essere assolutamente intimidire, e se hai in mente di prendere una classe di prestigio devi cominciare a lavorarci fin da subito. Il talento deve essere “Tomb Tainted Soul” (anima sepolcrale): fondamentale!!! Per quanto riguarda l’arma io consiglio un’arma a lungo raggio, magari un arco.

Nello strategico, un necromante del terrore, dovrà comportarsi come un ladro ovvero cerca di tenere i nemici lontani, nel caso in cui si avvicinino hai a disposizione il tuo “charnel touch” (tocco macabro) che fa tanto tanto male.

Ad ogni modo hai ancora addosso una semi-inutile armatura leggera e hai 6+costituzione punti ferita quindi non è una buona idea lanciarsi nella mischia. C’è da dire però che la combinazione di anima sepolcrale più tocco macabro ti permette di tornare a piena vita in poco tempo (azione standard).

Secondo Livello
Non ci sono grosse scelte da fare al secondo livello. Le abilità salgono tutte e non ci sono talenti nuovi da prendere.

Viceversa il combattimento a questo livello cambia enormemente. Adesso hai riduzione del danno 2 contro danni contundenti e magici; e magari, nel frattempo, sei riuscito a procurarti un’armatura decente. Puoi dunque passare per un mezzo tank, uno che resiste discretamente in mischia. Il tuo intimorire non morti è sufficientemente potente da permetterti di controllare qualche scheletrino e il tuo attacco base è di un solo punto inferiore a quello di un guerriero. Quindi buttati nel mezzo e comincia a menare schiaffoni (cioè tocchi macabri).

Terzo Livello
C’è da fare una scelta importante a questo livello: il talento bonus. La scelta ovvia sarebbe “Arcane Disciple” (discepolo arcano) finché non avrai esaurito i domini della divinità preferita. Non ti biasimerei di certo per aver fatto una scelta del genere, però potresti anche considerare di spendere un talento per migliorare la tua efficienza in combattimento, tipo migliorare l’attacco a tocco con arma preferita se la tua destrezza è maggiore della forza, oppure arma focalizzata che fa sempre comodo (devi comunque specificare che l’arma in questione è “tocco”) in alternativa potresti pensare di voler combattere a cavallo ecc.

Il combattimento al terzo livello rimane sostanzialmente invariato rispetto al secondo ma i nemici sono più duri da abbattere. A questo livello tu non migliori sensibilmente da un punto di vista del combattimento in mischia però l’esplosione di energia negativa è un trick interessante se usato al momento giusto visto che colpisce i nemici e ti cura allo stesso tempo (grazie ad anima sepolcrale).

Quarto Livello
Al quarto livello sposti un po’, finalmente, il baricentro verso la parte caster: acquisisci la facoltà di lanciare incantesimi dalla lista del necromante del terrore di secondo livello, in più puoi prendere un incantesimo di necromanzia (massimo di secondo livello o comunque del massimo livello che sei in grado di lanciare) dalle liste dei maghi e dei chierici.

Non pensare che “Mental Bastion” (bastione mentale) faccia la differenza in alcun modo, però a questo livello sale l’attacco base e lanci incantesimi nuovi e più potenti quindi è un buon livello. L’incantesimo “False Life” (vita falsata) è ottimo quindi a questo punto sei, a tutti gli effetti, il tank del party.
Nota bene: una volta raggiunto il quarto livello da necromante del terrore continuerai ad attingere dalle liste di necromanzia dei maghi e dei chierici ogni quattro livelli anche se passi ad una classe di prestigio che dà il +1 al livello di incantatore. Scegli una CdP con il +1 al livello dell’incantatore e non te ne pentirai.

Quinto Livello
Non ci sono scelte a questo livello però, da qui in poi, il tuo intimidire comincia a dare i suoi frutti. Considera che ogni nemico che cerca di arrivarti addosso deve prima superare un tiro salvezza contro paura o rimanere scosso (aura di paura), e se rimane scosso puoi impiegare la tua azione per intimidirlo. Se la manovra ha successo da scosso passa a spaventato e scappa perdendo l’azione. A questo punto hai la possibilità di menargli uno schiaffone di opportunità.

Sesto Livello
A questo livello guadagni un talento bonus e questo apre numerosi scenari diversi davanti a te. Potresti valutare la possibilità di prendere “Leadership” (autorità) oppure abilità focalizzata: conoscenza religioni, o qualunque altra cosa ti avvicini alla classe di prestigio che prenderai una volta raggiunto il nono livello.

Il combattimento non viene modificato poi molto dalla tua nuova abilità “Scabrous Touch” (tocco scabroso) che, ad essere sinceri, è un po’ deludente. Ad ogni modo è possibile combinarlo con il tuo attacco base quindi non ti costa niente. Nuovamente, il tuo stile di combattimento ruota attorno agli incantesimi e “Vampiric Touch” ti aiuterà notevolmente nel tuo ruolo di tank unitamente al fatto che puoi lanciare incantesimi indossando armature pesanti (che nel frattempo dovresti esserti procurato).

Settimo Livello
Hai una sola scelta da compiere: Il famiglio. Ci sono 2 buone opzioni: il “Quasit” oppure il “ghostly Visage”. Il ghostly visage è una scelta volta al combattimento rendendoti, di fatto, immune al controllo mentale e paralizzando i tuoi nemici. Il quasit è più versatile e multifunzione (nota che la paura del quasit si somma alla tua)

Il tuo combat style migliora ulteriormente grazie ai trick dei famigli e alla riduzione del danno che sale a 4.

Ottavo Livello
Ancora scelte da compiere. Devi scegliere un nuovo incantesimo di necromanzia dalle liste di chierici e maghi. “Undead Mastery” (padronanza dei non morti) è ottima perchè migliora di molto il tuo controllo sui non morti. Guadagni inoltre una seconda esplosione di energia negativa giornaliera che non guasta (più per curare te stesso in casi di emergenza che per far male agli avversari).

Nono Livello
Questo è il momento di passare ad una classe di prestigio perchè non otterrai ulteriori benefici dal necromante del terrore per un bel pezzo.

Il necromante del terrore lo trovi sul manuale “eroi dell’orrore”.
Il talento anima sepolcrale lo trovi invece sul “liber mortis” il manuale dei non morti.

One thought on “D&D ed il Necromante (parte 4): Il Necromante del Terrore

Lascia un commento

Immagine CAPTCHA

*

Top