You are here
Home > Eventi > “Worst of Show” Miglior Gioco di Ruolo Lucca C&G 2012

“Worst of Show” Miglior Gioco di Ruolo Lucca C&G 2012

Non mi piace fare polemica, ma il “Best of Show” per il gioco di ruolo migliore di quest’anno al Lucca Games non può lasciare indifferenti.

Ma partiamo dall’inizio,

Che cos’è il Best of Show?

Il Best of Show, per gli amici “BoS”, è un premio annuale diviso in 4 categorie: Miglior Gioco da Tavolo per Famiglie, Miglior Gioco da Tavolo per Esperti, Miglior Gioco di Carte e Miglior Gioco di Ruolo. Il BoS viene assegnato al miglior gioco (categoria per categoria) pubblicato nel corso dell’anno da una giuria di qualità che quest’anno è composta da: Giovanni Capobianco (presidente di giuria), Daniele Prisco, Giacomo Sottocasa, Lorenzo Trenti e Fabrizio Paoli. Per partecipare, gli autori dovevano iscriversi entro il 19 ottobre scorso inviando una presentazione del gioco, entro il 26 ottobre invece dovevano inviare alla giuria il manuale completo.
I criteri che avrebbe dovuto seguire la giuria per determinare il vincitore sono:

  • a) Novità concettuali intrinseche del prodotto – Il gioco propone nuovi modi di giocare o sfrutta meccaniche e componentistiche originali e/o mai viste prima? Verranno considerate con particolare favore idee innovative e nuovi concept.
  • b) Qualità produttiva di traduzione e di edizione – Quale è stato lo sforzo produttivo inerente al gioco? Verranno considerati con favore tutti quei giochi curati nell’edizione e illustrazione, che si propongano attraverso nuovi canali di distribuzione o che comunque vengano presentati al pubblico in modo innovativo, alimentando di fatto l’intero mercato ludico.
  • c) Rapporto qualità-prezzo – La qualità dei materiali, delle illustrazioni e del prodotto in generale trova riscontro nel prezzo al pubblico italiano?

Best of Show 2012 per il miglior Gioco di Ruolo

best of show lucca games 2012I giochi di ruolo in concorso erano:
21 Guns (Coyote Press)
Aegis (Alepthar Games)
Anime e Sangue – Gioco di Ruolo (Raven Distribution)
Bacchanalia (Narrattiva)
Cielo Cremisi (Acchiappasogni)
Cuori di Mostro (Narrattiva)
Destino Oscuro (Acchiappasogni)
Dungeonslayers (Wildboar)
Hot War (Coyote Press)
L’Amore al Tempo della Guerra (Coyote Press)
L’Unico Anello: Avventure Oltre Le Terre Selvagge (Giochi Uniti)
Mini Bullets – Unlimited Edition (Mini G4m3s Studio)
Mini Pirets – Color Edition (Mini G4m3s Studio)
Mini Rock (Mini G4m3s Studio)
Nameless Streets (Alepthar Games)
Pathfinder GdR Set Introduttivo (Giochi Uniti)
Shah Mat (Borè)

Le nominations sono arrivate domenica 28/10 e sono andate a:
– Cuori di Mostro (Narrattiva) di Joe McDaldno;

– Hot War (Coyote Press) di Malcolm Craig;

– L’Unico Anello: Avventure Oltre Le Terre Selvagge (Giochi Uniti) di Francesco Nepitello e Marco Maggi.

Riflessioni personali

Non voglio fare un discorso da Italiano medio del tipo “ma perchè non danno più spazio ai giochi nazionali?” no, non me ne importa niente se un gioco è italiano o viene da fuori, mi importa solo che “vinca il migliore”. Sembra una frase fatta, ma quest’anno (e non è la prima volta, ma quest’anno più del solito) mi sento preso in giro. Ecco qual’è la mia riflessione personale. Non so nemmeno da dove partire a commentare un verdetto che mi lascia a dir poco allibito.

Anzi no, lo so da dove partire: dalle modalità. Come è possibile leggere e testare (o anche solo farsi un’idea su) 17 giochi di ruolo diversi in tre giorni? (26-28 ottobre) a casa mia non è possibile. Qualcuno vocifera che fosse possibile mandare alla giuria il gioco intero (in versione elettronica) già dal 19 ottobre ma: 1- 9 giorni sono comunque pochi per 17 giochi e 2- se chiedono il gioco completo entro il 26, perché qualcuno dovrebbe mandarglielo per la scadenza precedente? forse è il regolamento che non è chiaro, ma più probabilmente puzza di verdetto già scritto prima ancora che gli autori inviassero i rispettivi lavori.

Vogliamo parlare dei criteri di valutazione? Ok. In nomination è arrivato un gioco che ha le meccaniche dell’anno scorso (cuore di mostro è basato sul sistema del mondo dell’apocalisse che ha vinto il BoS l’anno scorso), alla faccia dell’innovazione; tre su tre sono giochi tradotti (infatti Unico Anello è un gioco Cubicle7 tradotto poi da GU. L’autore è italiano, ma il lavoro è stato fatto fuori, in Italia si è solo fatta la traduzione dell’originale One Ring), alla faccia dello sforzo produttivo; rapporto qualità/prezzo, vogliamo scherzare? (si parla dei materiali e non della bellezza del gioco).

Mi sembra doveroso spendere due parole su Cuori di Mostro. Oltre ad avere meccaniche già viste, essere un gioco tradotto ed avere un rapporto qualità / prezzo improponibile (come se fosse poco), ha un altro problema: è un gioco per adolescenti. Non ho voglia di fare una recensione esaustiva qui, ti basti sapere che tutto il gioco ruota attorno al fatto di crescere e sentirsi come mostri, con tanto di triangoli amorosi e quant’altro. Sinceramente? Sono diversi anni che vado fiero del fatto che il gioco di ruolo non era ancora stato travolto dalla tempesta commerciale scaturita dal fenomeno “Twilight” e dalle sue dinamiche adolescenziali-amorose, di fatto non ho nulla in contrario a che GdR caratterizzati da questa tipologia di tematiche esistano o, addirittura partecipino ai concorsi, ma che rischino di vincere non mi va proprio giù. Le nomination per l’Unico Anello e Hot War mi lasciano un po’ perplesso (in particolare Hot War è già vecchiotto), ma alla fine ci possono anche stare, Cuori di Mostro no!

Avrei da ridire anche sulla composizione della giuria, ma mi astengo perchè non sono nessuno, sono solo un appassionato.

In definitiva, la svalutazione del BoS che va consumandosi di anno in anno è preoccupante, lasciare fuori giochi come “Anime e Sangue” o “Destino Oscuro” (per tacere di Pathfinder e Dungeonslayer) è allucinante. Mi era passato per la mente che avessero rinominato il concorso da “Best of Show” a “Worst of Show” a mia insaputa quando ho letto le nominations.
Ad ogni modo, probabilmente, non dovremmo prendercela. Dovremmo dare al BoS il valore che ha: NESSUNO! Il vero verdetto (come per altri concorsi come Sanremo) sarà dato dalle vendite e sono fiducioso che i giocatori di ruolo italiani siano più intelligenti della giuria di pseudo-qualità.

47 thoughts on ““Worst of Show” Miglior Gioco di Ruolo Lucca C&G 2012

    1. qui ti ho perso… critichi che l’Unico Anello non sia totalmente Italiano, ma non va bene nemmeno Amore al Tempo della Guerra che è italiano?

  1. Non sono affatto c’accordo con questo accanimento, di certo L’unico anello è un ottimo gioco sia per meccanica che per presentazione! HW è un gioco molto ben confezionato e con una meccanica a metà strada tra l’innovazione e il tradizionale con una ambientazione “post apocalittica” diversa e intrigante. Sono tutti e due giochi splendidi che meritano di essere candidati. Anche io sono sorpreso di vedere tagliato fuoci un Anime & Sangue che di certo è un gioco da VEDERE! Per Cuore di mostro invece non mi pronuncio perchè non lo cnosco, ma non trovo giusto immaginare che tematiche adolescenziali debbano sempre essere viste come “da bimbominchia” il GDR può trattare di tutto per cui ci sta la tematica alla Twilight! Mi sa che queste critiche denotino una viosione del gioco, permettetemi la franchezza anni 90 che è fuori tempo massimo!

  2. Mah, sono opinioni. Mi sembra di aver spiegato piuttosto bene le mie perplessità, di fatto non devi basarti su un puro giudizio di gusto “questo gioco è bello” / “questo gioco è brutto”, ci sono dei canoni di valutazione ben precisi. Ecco perchè le nominations mi lasciano allibito, perchè quei canoni non sono stati rispettati.
    Nello specifico i giochi:
    – L’unico anello: un gioco splendido ma, 1- è una traduzione, 2- costa 52€!!! (quindi 2 su 3 canoni sono stati ignorati)
    – Hot War: un altro bellissimo gioco ma, 1- è una traduzione 2- è vecchio 3- sono non-molte pagine, in formato a5 in bianco e nero (pessimo rapporto qualità dei materiali / prezzo)
    – Cuori di mostro: è un gioco che a me sinceramente non piace, inoltre, 1- è una traduzione 2- ha meccaniche riprese da un altro gioco (più vecchio) 3- 25$+spese di spedizione per un manualetto così? mah… rivoglio indietro i miei soldiiiiiiiii

  3. La verità? Beh come sempre vince chi si vuol far vincere. Ho visto tanti concorsi del genere, anche a Ravenna al Mosquito Games (che credo abbia chiuso e se non lo ha fatto mi vergognerei davvero se continuasse)… la scelta della giuria? In genere vien messa su gente perchè ha un nome, perchè qualcuno ha deciso che era una persona importante e quindi tutti gli altri come capre ripetono la stessa parola.. stessa cosa per i giochi: un capoclan decide, gli altri dicono che è vero.
    E’ successo tante di quelle volte, non mi stupisce accada anche a Lucca.. un pò come quando senti, per i giochi di società, “ah questo è un gioco di Knizia, allora è bello”.
    Ma provalo? Cosa ne sai che è bello se neanche lo hai provato? Come fai a dire che è meglio rispetto al gioco di Gigi Riva, se non li provi entrambi?
    Funziona così.. amen

    1. Il concorso di Mosquito Games lo coordinavo io. Se hai delle critiche da fare le ascolto volentieri, purché siano motivate e non pregiudiziali o basate sul sentito dire.

  4. Mi permetto di notare alcune cose:

    Scrivi “Cuori di Mostro ha meccaniche già viste”
    Il che è vero in parte, essendo un hack pesante di AW.
    Però poi scrivi: “Come si fa lasciare fuori Pathfinder?”
    Perché, Pathfinder ha meccaniche originali? A me risultano avere dai 10 ai 30 anni, a seconda di quale D&D consideri come suo padre putativo.

    Scrivi “Come è possibile leggere e testare 17 giochi di ruolo diversi in tre giorni?”
    Ehi, sono d’accordo!
    Però poi scrivi “Cuori di Mostro ha un altro problema: è un gioco per adolescenti”
    Il che non è vero: è un gioco che parla di adolescenti e c’è una bella differenza. Questo errore però mi fa pensare che tu CdM non l’abbia giocato e quindi ti chiedo: Come fai a parlare di un gioco che non hai giocato (e se hai giocato, non hai capito)?

    E poi che argomentazione è Cuori di Mostro non deve vincere perché non mi piace Twilight? :O
    E’ come dire L’Unico Anello non deve vincere perché il Signore degli Anelli è noioso! E Destino Oscuro non deve vincere perché il titolo non mi piace! :)

    E poi, perché il fatto che un gioco sia stato scritto da un italiano dovrebbe dagli punti in più? Non sono le paraolimpiadi, un gioco deve essere valutato per se stesso, non perché l’ha scritto un italiano, un tetraplegico, una assemblea dell’ONU, no?

    Poi sul finale scrivi “Il vero verdetto sarà dato dalle vendite” Quindi vince Pathfinder.
    Stop. Fine.
    E al diavolo Destino oscuro, Anime e Sangue e tutti i ragionamenti che fai: se le vendite sono l’unico parametro così sia, gioca a Pathfinder, ascoltando la Pausini e Gigi D’Alessio.
    Ah, e in sottofondo metti il film di Twilight: anche lui ha venduto un sacco.
    Secpondo il ragionamento è lui il vero vincitore di Cannes, Mostra del cinema di Venezia e degli Oscar.

  5. – Se teniamo dentro cuori di mostro (che è solo un hack, pesante o no) come si può lasciar fuori pathfinder? o stanno dentro entrambi o stanno fuori entrambi, questa disparità di trattamento (a favore del peggiore dei 2 a mio personale giudizio) non ha senso. era questa la logica del discorso.
    – CdM è un gioco che parla di dinamiche adolescenziali pensato per adolescenti che giocano adolescenti. Se poi tu vuoi giocare all’allegro chirurgo non è affar mio, resta però un gioco per adolescenti. E in quanto tale o differenzi il target del premio (es: GdT per famiglie GdT per esperti), oppure CdM non merita di stare in nomination, e non è che non lo merita SOLO perchè è per adolescenti eh, anzi, il problema vero è che disattende tutti i parametri di valutazione. Cmq io l’ho comprato e ci ho anche giocato, 2 volte. Ecco perchè ora rivoglio i miei soldi indietro. Che non l’abbia capito è solo un’opinione tua.
    – Chi ha detto che se un gioco è scritto da un italiano deve vincere, se è straniero no? rileggiti bene l’articolo, ho scritto esattamente il contrario 😉
    – Se vince Pathfinder alle vendite probabilmente è perchè se lo merita… o mi vuoi dire che tutti i giocatori di ruolo d’Italia sono dei caproni? occhio, questa è un’affermazione forte (oltre che falsa e tendenziosa).

    Non commento le ultime affermazioni che lasciano il tempo che trovano.

    1. Scusa, ma che differenza c’è tra:
      Se vince Pathfinder alle vendite probabilmente è perché se lo merita
      e
      Se vince Twilight alle vendite probabilmente è perché se lo merita

      E te lo chiede uno che gioca a Pathfinder, tra le altre cose. E’ proprio il ragionamento che non mi va giù.

      1. Penso che il presupposto di Leo fosse: “i giocatori di ruolo sono più selettivi del lettore / spettatore medio”.
        E in effetti se ci pensi, visto che in biblioteca e videoteca difficilmente trovi manuali di gdr da 30 € e più, mentre un libro costa la metà e un film al cinema un terzo… i giocatori DEVONO giocoforza informarsi di più, specialmente coi tempi che corrono ^_^;
        Da qui la differenza twilight – pathfinder.
        Poi anche io credo che vincerà Pathfinder alle vendite. Ma al di fuori delle mega-produzioni (Paizo Publishing, mica cazzi) sicuramente i player premieranno L’Unico Anello e A&S.

      2. Sai qual’è il problema dell’appartenente ad un gruppo che dice “il mio gruppo è più selettivo/meglio/più intelligente del tuo/degli altri”?
        Che è un discorso che può fare chiunque in qualunque ambito e pertanto non è credibile. Chiedi a Scientology, ai fan di Twilight o agli astrofisici. tutti ti diranno che il loro gruppo è meglio.

        Anche solo “i giocatori si informano di più” mi sembra pretenzioso. I giocatori, come qualunque altro essere umano, comprano (e amano) quello che conoscono già. In media. Con le dovute eccezioni.
        Perché è una pulsione umana chiamata “Resistenza al Cambiamento” studiata e codificata.

  6. “Notizia dell’ultim’ora: indovinate chi ha vinto il side award per la miglior meccanica di gioco?

    L’Amore al Tempo della Guerra (Coyote Press) di Mario Bolzoni, Luca Veluttini

    Ulteriore conferma di tutto quello che ho scritto qui sopra :(

    per curiosita’ non ho ben capito il collegamento con “la conferma di tutto quello che hai scritto qui sopra”

  7. Scusate ma in passato ha vinto una ambientazione di D&D Dragonlance, dei giochi tradotti (Rolemaster, Exalted) e di esempi ne ho a bizzeffe!
    Quindi le critiche alle nomination non stanno ne in cielo ne in terra.
    Sono giochi belli ben tradotti (Unico anello è mezzo italiano) e confezionati bene!
    Per cui rientrano nella rosa dei papabili.
    Certo anche io avrei visto bene Anime& sangue o Pathfinder (anche se come gioco lo ritengo sopravvalutato!).
    Ma rimane il fatto che molti titoli quest’ano meritavano la nomination e la giuria ne ha scelti solo alcuni 3! Che è poi quello che devonon fare le giurie, SCIEGLIERE!

  8. E se non l’hai capito non l’hai sviluppato! Ah, ma questo è ovvio, ops. xD
    Non esistono giochi forgiti brutti o fatti male: sono solo incompresi! Il mio cuore sanguina dal dolore, scusate. Sob, Sob…

  9. il bello di tutto ciò è che quando veivano candidati giochi “tradizionali” i forgiuncoli dicevano che il BoS non valeva un cazzo, ora che vengono nominati giochi forge/forgederivati scommettiamo che han cambiato idea?

    1. Di me si dice che sono un forgiuncolo e ho fatto la stessa obiezione ad un forgiuncolo più grande di me (si dice). Il suddetto forgiuncolo mi ha risposto che secondo lui il BoS non conta molto, sempre e comunque.

      Per me che è il primo anno che mi interesso di BoS, i giocatori tradizionali non ci fanno una bella figura perché gli altri anni andava bene tutto, invece quest’anno che vincono a man bassa dei giochi “diversi da quello che ci piace a noi” il BoS è peggio di una manovra finanziaria del Governo Monti.

      Se la coerenza è questa, ne faccio volentieri a meno.

      1. confermo, i forgiuncoli han sempre detto che non gli frega, ma scommetto che da quando li mettono in lizza son più che contenti

  10. mirko, apprezzo la tua onesta e sincera difesa dell’italianità e di una fiera che, volente o nolente, è la “nostra” fiera.
    Ma c’é un MA grosso come una casa. Consegna dei giochi al Venerdì, Domenica alla 18 già le nomination. E, cosa più grave di tutte, voler prendere per il culo la gente pubblicandole il Venerdì della fiera.
    Tutte le valutazione che puoi fare, di fronte a questa considerazione, esplodono con 6D6 danni….

  11. Sinceramente? L’eterna lotta tra il bene e il male, o meglio tra parpuzi e forgiuncoli, non mi interessa minimamente. Io i giochi di ruolo li provo tutti (e li capisco tutti), alcuni mi piacciono di più, altri di meno a prescindere dalla teoria che li ha ispirati. Il punto è: il BoS ha 3, non mille, TRE! parametri precisi per cui un gioco candidato dovrebbe vincere o andare in nomination, a mio avviso, in questa edizione, questi parametri se ne sono andati a quel paese, tutti e tre!

      1. si, è esatto. e sfido qualunque essere umano dotato di un raziocinio medio a non capire un gioco che non sia fatto apposta per non essere capito.

  12. Guarda io ho contribuito nel mio piccolo a impaginare Nameless Street e l’ho spedito io stesso con le mie manine al BoS ed è arrivato giovedì!
    Ammetto che sapere che venerdì di fatto avevano già deciso mi ha fatto un pò incazzare, e su questo direi che non ci piove. Lo ribadisco dovrebbero essere chiuse le iscrizioni 6 mesi prima della fiera!!!
    Però in rete leggo cose diverse e si sta esagerando! Molti titoli meritavano la nomination è indubbio, dovremmo essere felici di questo!

  13. Temo di dover dare alcuni necessari chiarimenti su una serie di false informazioni su cui è basato l’articolo:

    Il Best of Show, per gli amici “BoS”, è un premio annuale diviso in 4 categorie: Miglior Gioco da Tavolo per Famiglie, Miglior Gioco da Tavolo per Esperti, Miglior Gioco di Carte e Miglior Gioco di Ruolo.
    *vero*

    Il BoS viene assegnato al miglior gioco (categoria per categoria) pubblicato nel corso dell’anno
    *falso* si tratta di qualsiasi gioco pubblicato in italia dopo la chiusura delle iscrizioni per il medesimo premio dell’anno precedente.

    da una giuria di qualità che quest’anno è composta da: Giovanni Capobianco (presidente di giuria), Daniele Prisco, Giacomo Sottocasa, Lorenzo Trenti e Fabrizio Paoli.
    *falso* Giovanni Capobianco per impegni lavorativi è uscito di scena ed è stato sostuito da Roberto Genovesi.

    Per partecipare, gli autori dovevano iscriversi entro il 19 ottobre scorso inviando una presentazione del gioco, entro il 26 ottobre invece dovevano inviare alla giuria il manuale completo.
    *falso* e *falso* non sono gli autori ma gli editori ad iscrivere i giochi. entro il 19 ottobre doveva essere presentata una versione digitale (anche parziale purché esaustiva) dei giochi.

    *pertanto* non essendo arrivate le iscrizioni tutte l’ultimo giorno, bensì poco alla volta nei mesi precedenti, la giuria ha avuto tutto il tempo di leggere i manuali (o le parti di essi che gli editori hanno ritenuto rilevanti).

    *ancora una cosa* venerdì non era stato deciso nulla… non so quale “ben informato” abbia detto qualcosa di simile… la giuria non si era ancora riunita… nella fase precedente alla riunione conclusiva di sabato e domenica nessuna decisione è stata presa… i giurati hanno svolto le proprie considerazioni personali sui regolamenti e poi si sono confrontati durante la riunione stesa per decidere le nominations.

  14. Grazie mille dei chiarimenti, di fatto però essi non spostano di mezzo millimetro la mia tesi. Chiaramente non ho la pretesa di essere onnisciente, quello che dico è basato su quello che leggo e che vedo… e oggettivamente quello che leggo e che vedo non mi piace.

    “*falso* si tratta di qualsiasi gioco pubblicato in italia dopo la chiusura delle iscrizioni per il medesimo premio dell’anno precedente.”

    Quindi è un anno più una manciata di giorni. Grazie per la precisazione ma è irrilevante ai fini del discorso che stavo facendo.

    “*falso* Giovanni Capobianco per impegni lavorativi è uscito di scena ed è stato sostuito da Roberto Genovesi.”
    Di nuovo, grazie per la precisazione, ma è irrilevante.

    “*falso* e *falso* non sono gli autori ma gli editori ad iscrivere i giochi. entro il 19 ottobre doveva essere presentata una versione digitale (anche parziale purché esaustiva) dei giochi. *falso* e *falso* non sono gli autori ma gli editori ad iscrivere i giochi. entro il 19 ottobre doveva essere presentata una versione digitale (anche parziale purché esaustiva) dei giochi.
    *pertanto* non essendo arrivate le iscrizioni tutte l’ultimo giorno, bensì poco alla volta nei mesi precedenti, la giuria ha avuto tutto il tempo di leggere i manuali (o le parti di essi che gli editori hanno ritenuto rilevanti).”

    Irrilevante e Irrilevante. Di fatto se la scadenza è il giorno X, tu devi essere preparato alla peggiore delle ipotesi, ovvero che tutti i giochi ti arrivino l’ultimo minuto dell’ultimo giorno. Se non sei preparato, e non puoi esserlo visti i pochi giorni a disposizione, c’è un bug nelle modalità del concorso.

    *ancora una cosa* venerdì non era stato deciso nulla… non so quale “ben informato” abbia detto qualcosa di simile… la giuria non si era ancora riunita… nella fase precedente alla riunione conclusiva di sabato e domenica nessuna decisione è stata presa… i giurati hanno svolto le proprie considerazioni personali sui regolamenti e poi si sono confrontati durante la riunione stesa per decidere le nominations.

    Il conquibus è proprio qui. Non è plausibile che i giurati si siano letti 17 manuali e si siano fatti le loro considerazioni personali in così poco tempo. Perchè io so per certo che alcuni manuali sono arrivati sul finale e se anche fossero stati una sparuta minoranza, sarebbero stati comunque troppi da leggere e in qualche modo assimilare in così poco tempo.

    Il resto è semantica.

    1. scusa, ma forse non mi sono spiegato. i manuali sono stati letti nell’arco di un tempo piuttosto ampio (che mi pare di aver indicato… il discorso teorico è il tuo, perché nella realtà dei fatti le iscrizioni non sono state tutte fatte l’ultimo giorno…
      e poi, con un po’ di esperienza (e tu dici di averne tanta), non c’è bisogno di leggere ogni singola riga di un volume per valutarne le qualità…
      non è solo semantica…
      poi, per intenderci, è sempre una valutazione soggettiva… quello che è piaciuto a te può, a pieno diritto, non essere piaciuto alla giuria…

      ma forse, come sempre in italia, ci sono gusti più autorevoli di altri…

      inoltre tu sai “per certo” un sacco di cose… magari, sarebbe opportuno citare la fonte di tutte queste sicurissime informazioni… anche perche credo che non si tratti di nessuno dei giurati…

      1. “e poi, con un po’ di esperienza (e tu dici di averne tanta), non c’è bisogno di leggere ogni singola riga di un volume per valutarne le qualità…”

        e invece non solo sarebbe bene farlo, ma sarebbe stato carino poter pensare che qualche giurato potesse aver provato un’avventura o almeno assaporato lo spirito di un gioco.
        Perché a volte, per capire, bisogna assaggiare e non solo leggere il menù.
        O sapere che il locale ci piace tanto.

        Anche se si pensa di essere grandi chef, specialmente se si ha il ruolo di giudici dei piatti

      2. Quindi di fatto anche Giurato conferma che la giuria non gioca i giochi del BoS? Se è così, se ne conclude che il premio è totalmente inutile, dato che non valuta le qualità di un gioco in quanto tale.
        Mah.

      3. Non per dire, ma alcune domande sorgono da sole nella mente di chi legge le sue repliche “Giurato”. Quindi la giuria ha avuto tutto il tempo materiale per esaminare tutti i giochi (e non sto parlando solo di quelli di ruolo).

        C’è qualcosa che a livello temporale mi sfugge. Se da regolamento è da presentare la versione digitale il 19 e poi entro il 26 Ottobre quella cartacea il tempo per valutare la mole di giochi presentata è e rimane ben misero. A meno che la Giuria abbia fatto le ore piccole… Al che immagino come fossero vigili il giorno dopo…

        Ho detto la mia, spero che qualcuno di autorevole possa rispondere e spiegare al meglio le tempistiche di desamina della giuria.

  15. Twilight non doveva esistere. La letteratura horror, in particolare la mitologia vampirica, non ne aveva bisogno.
    Le persone non sono in grado di distinguere il bene dal male, ergo corruzione e decadimento adolescenziali anche nel GdR possono soltanto avere simili conseguenze.
    Serve ortodossia, anche a costo di sembrare statici e ultraconservatori.
    Vampire the Requiem insegna cosa succede a forzare l’evoluzione.

  16. Ciao Leonardo, grazie delle news sul tuo blog. Posso fare qualche controcommento?
    I giurati sono i primi a dire che il Best of Show non è un regolamento perfetto. Non a caso già dall’anno scorso è in atto un processo di revisione totale del regolamento. E’ stato fatto anche un incontro con gli editori per ascoltare i suggerimenti. Se non è partito quest’anno è unicamente per mancanza di tempo organizzativo.
    Sempre parlando di tempo, i file arrivano dagli editori con largo anticipo. Quindi già da diverse settimane prima ci si mette alacremente a leggere tutto il materiale che arriva.
    Sulla rosa delle nomination solo qualche osservazione, ché magari è più corretto parlare *dopo* la premiazione. Comunque:
    – Hot War e L’Unico Anello non sono giochi vecchi. Erano presenti in fiera già dall’anno scorso ma sono arrivati direttamente in fiera (tradotto: sono arrivati lunghi per essere presentati al BoS, quindi per essere letti in tempo). Non sono freschi di stampa ma rientrano perfettamente nel limite temporale dell’ultimo anno di produzione.
    – Cuori di mostro non è un gioco per adolescenti. Per dimostrarti che l’ho letto :-) ti segnalo che ha anche un paragrafo sull’esplorare una sessualità queer/transgender/creativa. Io sono un po’ bacchettone e forse NON lo metterei in mano a un adolescente, anzi, se ci giocassi tenderei a farlo solo con persone molto mature. L’ammiccamento a Twilight, a mio avviso, è più che altro una strategia commerciale.
    Da qui in poi, come dire, si entra nel campo delle valutazioni. Anime & Sangue è stato ovviamente valutato come gli altri, semplicemente per tutta una serie di considerazioni gli sono stati preferiti i titoli che sono finiti in nomination. Non è una votazione “contro”, non so come dire. Io penso anzi che in fiera me lo comprerò.
    Infine, non è vero che non sei nessuno: se hai osservazioni in merito alla giuria falle pure! :-)
    PS: Aggiungo che quest’anno il presidente di giuria è Roberto Genovesi, tra le altre (tantissime!) cose autore del gdr di Nathan Never.

  17. Un chiarimento, anche se Nameless street e Aegis della Alepthar Games sono stati fisicamente spediti a pochi giorni dalla chiusura del contest dal sottoscritto, questo era sol un proforma necessario per la parte burocratica. I giurati i suddetti giochi li avevano da un pezzo! Alcuni editori mandano delle bozze di stampa, oppure dei PDF per cui solitamente il tempo per valutare il contenuto lo hanno!
    Forse ci vorrebbe più tempo e possibilità di giocarli bene, sarebbe bello! Ma le critiche in questo senso non stanno in piedi!

  18. Ciao Lollo,
    Mi dispiace che sia stato necessario scrivere il primo articolo polemico della mia vita per vederti comparire sul GdR Blog :)

    Certo che puoi contro-commentare! Qui c’è piena libertà di espressione, finché si rispettano i canoni del buon senso e della civile conversazione. A differenza di altri luoghi in cui ho commenti bloccati in attesa di moderazione da giorni (e non c’era nemmeno scritto nulla di che) 😛

    In primis mi fa piacere sapere che il BoS sia in revisione, è sotto gli occhi di tutti che ce ne sia una grave necessità. Dispiace per i partecipanti di quest’anno che non hanno potuto godere delle modifiche che, magari, vedranno la luce alla prossima edizione… ma tant’è.

    Lo so che i file (o almeno alcuni) vi arrivano con largo anticipo, ma ti rendi conto che è solo un caso fortuito? Come ho già risposto al giurato, se tu metti una scadenza, devi essere preparato nel caso in cui tutto ti arrivi all’ultimo minuto e, oggettivamente, dal 19 al 26-28 c’è davvero troppo poco tempo perché voi giurati riusciate ad averne un’idea approfondita. Poi se leggete una riga ogni 5 è un altro discorso, magari per farvene un’idea è anche sufficiente, ma a me, nella mia beata ingenuità, mi piaceva pensare che voi i giochi li leggeste tutti e, magari, li provaste anche.

    Lascio stare Hot War e l’Unico anello di cui ho già spiegato nell’articolo cosa non mi torna. Non ho nulla in contrario al fatto che abbiano potuto partecipare, ma ho parecchio in contrario (soprattutto per hot war) che siano in nomination.

    Cuori di Mostro… mah, io ho visto la cosa diametralmente opposta sinceramente. Ovvero è un gioco assolutamente per adolescenti che, per aumentarne un minimo la giocabilità e la longevità, ha messo lì un paragrafetto con tematiche un po’ più spinte. Ma di nuovo, la chiara ispirazione commerciale-twilightiana è un problema di gusti personali, io ho basato la mia critica su quei 3 parametri su cui avreste dovuto fare la vostra scelta.

    Le mie osservazioni sulla giuria? Mah, Molto semplicemente, la bruttissima percezione che ho avuto è stata che avreste potuto non esserci, avreste potuto evitare di sbattervi per leggere e/o guardare tutta quella roba che vi è arrivata, perchè tanto la decisione sulle nomination e anche sul BoS fosse stata già presa da prima e calata dall’alto. Magari mi sbaglio, ma le modalità del BoS lasciano palesemente intendere questo. Questa è la personalissima percezione di un signor nessuno qualunque.

    @Il Giurato: non importa che ti risponda, lo hanno già fatto altri, più che egregiamente, esprimendo anche le mie perplessità.

  19. Allora cercherò di tornare più spesso sul blog. :-)
    Le decisioni non sono calate dall’alto da parte di nessuno, tanto che lo staff della fiera ci dice esplicitamente “passo solo a salutarvi così non vi influenzo”. Da qui in poi ovviamente è solo fiducia sulla parola. Ma ricordiamoci che questo è un premio all’industria ludica, che più che altro è artigianato: non muove certo il giro d’affari che potrebbe stare dietro al premio per la migliore sigaretta, per dire.

  20. Il fatto che la decisione sia stata calata dall’alto era un modo per giustificare una decisione presa in così poco tempo. Quindi se da una parte tu mi dici che non è stata influenzata dallo staff della fiera e dall’altro il giurato mi dice che effettivamente avete dato un’occhiata superficiale ai lavori che vi sono pervenuti, sulla base di cosa avete deciso?

  21. Scusa la franchezza, dici che HW non meritava la nomination, opinione personale per me fortemente discutibile, ma una opinione.
    Ma da questo a dire che la giuria non sa quello che fa e decide a cazzo ce ne passa!
    Se non ritieni i giochi presentati degni dle tuo interesse non vuol dire che non siano validi per la nomination.
    Troppo spesso vedo che i giudizi particolari e personali prevalgono su quelli oggettivi sparando a zero sul BoS e altre cose.
    Io per esempio non ho molto apprezzato alcune nomine in passato, ma le ho accettate con tutti i limiti del caso, ben sapendo che tutto è relativo soprattuto in quel tipo di concorso così poco definito a livello di regole.
    Alla fine si insinua che HW o MH siano entrati in nomination per motivi diversi dal giudizio della giuria, molto italianamente si insinuano collusioni e ammiccamenti che vanno oltre il giudizio personale, e questo è poco corretto!
    SE si hanno prove di queste collusioni e favoritismi lo si dica e si facciano i nomi.
    Altrimenti si accetti che la giuria decida come crede, forse alla cazzo, ma sempre in totale autonomia di giudizio!

    1. che sono le stesse cose che dicevano i forgiuncoli negli anni passati:
      -il BoS non conta nulla
      -ci vanno solo giochi mainstream
      -chi vince è raccomandato dai giudici
      -la giuria non capisce nulla ed è incompetente

      ovviamente da quando han iniziato a premiare loro, le cose son cambiate

  22. Salve, sono (da anni) il Coordinatore della Giuria. Credo che due giurati abbiano risposto egregiamente alle critiche. Da parte mia non ho molto da aggiungere.
    Come ha detto Lollo, stiamo lavorando per migliorare il concorso e dare più tempo alla giuria. Questo significherà che i giochi usciti a ridosso della manifestazione verranno valutato l’anno seguente, ma almeno li si potrà valutare meglio.
    Quando sono entrato in Giuria, nel 2002, il premio veniva assegnato guardando i giochi dentro una vetrina, poi siamo passati a giocarli assieme. Oggi purtroppo, con oltre 70 iscritti, non riusciamo più a giocarli tutti.
    Se verrai a Lucca ti invito a passarmi a trovare presso lo stand Gioco Inedito per scambiare due parole sull’argomento.
    Ciao

    1. Ho provato più e più volte a venirti a trovare a Lucca, ero sinceramente interessato a chiederti cosa bolle in pentola, come avete intenzione di riformare il BoS ecc. Purtroppo il mio poco tempo e Licia Troisi me l’hanno impedito… peccato :(

      Se vuoi scrivere qui un commento, scrivere un articolo di risposta sul blog o anche scrivermi in privato, sentiti libero di farlo. Io lo apprezzerei molto!

  23. Ciao Brizio,
    Grazie del commento, passerò senz’altro a trovarti!
    Ribadisco che mi fa piacere che stiate cercando di migliorare il BoS. Di fatto, probabilmente, il vero problema è che avete quei 70 giochi da valutare. Forse un’idea per migliorare il Best of Show sarebbe proprio quello di aumentare i requisiti minimi per poter partecipare, in modo da poter valutare degnamente quelli che questi requisiti minimi li soddisfano.

    @Mirko: HQ non era da nomination punto. Ma non perché non piace al sottoscritto (che tra l’altro non è vero) ma per i motivi che ho espresso nell’articolo, quindi fammi il piacere di andare a leggere per bene prima di commentare.
    Ho supposto che ci fossero cose poco chiare dietro, per giustificare una decisione presa su così tanti giochi in così poco tempo e perché i tre parametri sui quali avrebbe dovuto compiersi la scelta a mio personalissimo parere (ma a quanto pare siamo in diversi a pensarla così) sono stati disattesi un bel po’.

    @Il Giurato: come può l’occhiata non essere stata superficiale? Di nuovo, troppi giochi, troppo poco tempo. Magari ve li siete divisi? ve ne siete letti 4 o 5 a testa e durante la riunione del fine settimana ve li siete raccontati vicendevolmente? è uguale, è sempre e comunque superficiale, da qualunque punto di vista tu guardi la situazione.

  24. Credo che le critiche in un concorso siano come i funghi in autunno, è normale che esistano.
    Personalmente credo che il BoS vada rivisto nelle regole perché è importante, come in questo caso, far si che le opinioni siano cristalline e che non ci siano strane interpretazioni.
    Non mi esprimo sul parere di quest’anno non conoscendo tutti i giochi concorrenti ma vorrei semmai dare un contributo:
    In primis credo che un valore anche minimo vada dato al playtesting del gioco per rendere chiaro anche quanto lavoro ci sia stato dietro;
    Forse una “relazione” sul rapporto qualità prezzo potrebbe essere utile, con l’editoria elettronica molte cose potrebbero (e dovrebbero) cambiare.. Personalmente 52€per One ring sono tante (a prescindere dal gioco in se).
    Le scadenze potrebbero essere fatte a scaglioni così da permettere allo staff di poter testare con più calma(esempio: giugno: gdr, luglio: gdt, ecc) così da poter fare anche un discorso tipo: per X giorni si studia questo, per altri X si fa quest’altro e così via.
    Alla fine credo che il problema di tutto sia non tanto una furbizia nel modo di fare quanto ad una mancata trasparenza che possa permettere a tutti di stare tranquilli.
    Dal mio canto posso solo auspicare di poter vedere il BOS migliorare di anno in anno e che sia REALMENTE un sistema per stimolare il mercato italiano.

  25. Ciao, non ho capito cosa intendi quando hai nominato Pathfinder… vorresti che Pathfinder entri in concorso?
    Che è un gioco di 4 anni fa?

    1. Ciao ARROWS, di fatto Pahfinder ERA in concorso e non per scelta mia. Visto che era in concorso, a mio modesto parere, meritava di avere una nomination molto più di altri giochi che l’hanno poi avuta… tutto qui.

Lascia un commento

Immagine CAPTCHA

*

Top